Episiotomia

Episiotomia: la paura di tutte le donne che si avvicinano al parto.
Cerchiamo di capire meglio che cos'è, perchè e quando viene fatta e se ci sono modi per "allenare" meglio i propri muscoli per evitarla.

CHE COS'È?

L'episiotomia è quel taglietto che si fa nella zona genitale tra la vagina e l'ano nel momento in cui la testa del vostro piccolo sta per uscire.
La sua funzione infatti, è quella di dare più spazio al bambino per venire al mondo più facilmente.
Questo taglietto può essere "mediano" se va dritto dalla vagina all'ano, oppure "mediolaterale" se invece è un po' in obliquo verso sinistra o destra (viene fatto quasi sempre alle ore 7, immaginandola zona vagino-perineale come un orologio).
In Italia si usa molto di più il tipo mediolaterale a destra della paziente.


 

E' SEMPRE NECESSARIO FARLA?

Per fortuna questa pratica non è sistematica, ma viene fatta solo se serve: bisogna quindi che l'ostetrica valuti bene se il piccolo ha spazio a sufficienza per uscire, oppure se necessita di qualche centimetro in più.
Questa valutazione si può fare SOLO ed ESCLUSIVAMENTE quando la testa fetale poggia sul vostro perineo (cioè i muscoli che vengono tagliati con l'episiotomia), perchè solo a questo punto si vede se il perineo sotto la sollecitazione della testa si distende abbastanza da dare spazio al bambino, oppure se rimane rigido, tende a lacerarsi da solo e quindi va aiutato.
Prima di questo momento non si può decidere se fare o no l'episiotomia.

E' DOLOROSA?

Qualora servisse l'episiotomia, sappiate che per evitare che sentiate dolore vengono usate diverse accortezze:
 1- viene fatta l'anestesia locale con un'iniezione;
2- il taglietto viene fatto sempre e solo durante la contrazione e durante la spinta.
In questo modo non vi accorgerete del taglietto.

COSA SI PUO' FARE PER PREPARARSI AL MEGLIO ED EVITARLA?

Come si può ben capire, visto che fare o non fare l'episiotomia dipende dall'elasticità dei muscoli del perineo (più sono elastici e maggiore è la sua capacità di aprirsi e distendersi), per prevenire le lacerazioni e la necessità di dover fare l'episiotomia, è necessario prepararsi per tutti i 9 mesi della gravidanza con un po' di ginnastica perineale:

1- esercizi perineali a terra;
    che favoriscono la distensione del perineo è di fondamentale importanza, quindi ricordatevi di non
    travagliare a letto, ma di camminare, muovere i fianchi, accovacciarvi, usate più che potete quelle chiamate
    "posizioni alternative", così aiuterete molto voi stesse ed il bambino che sta per nascere;
5- seguite bene cosa vi dice l'ostetrica: è lei che valuta la situazione e la condizione del perineo, quindi in
    base a ciò che vede vi dirà di fare delle cose (soffiare invece di spingere ad esempio, di spingere un po'
    meno forte ma più a lungo...): con queste indicazioni, l'ostetrica vi guida verso un parto meno traumatico,
    che non prevede il taglietto e, quindi, nemmeno i successivi punti di sutura.

Queste attività, alleneranno il vostro perineo, rendendolo così più tonico, elastico e quindi capace di accogliere bene la testa fetale accompagnandola fuori senza lacerarsi.
Sebbene fare ginnastica perineale, massaggi, ecc. può risultarvi noioso, ricordatevi che è importante e che lo fate per voi e vostro figlio: prepararsi al meglio per riuscire ad avere un parto a perineo integro (cioè senza lacerazioni nè episiotomia), significa tanto sia da un punto di vista psicologico (non avete subito nessun taglio, spesso vissuto come mutilazione), sia dal punto di vista fisico (la ripresa alla vita di tutti i giorni e dell'attività sessuale è decisamente migliore e più veloce).
Insomma, lavorate sul vostro perineo già da prima, così i benefici che ne riceverete saranno sia a breve che a lungo termine, ve l'assicuro!

Sforzatevi un pochino, in fondo è per il vostro benessere e per quello del vostro bambino.

Per maggiori informazioni, scrivetemi pure in privato ;)